Home > Servizi > Sala stampa > Comunicati stampa
Cerca nel sito

Comunicati stampa

Cerca in questa sezione

Dal

al

Pagina
di 116
chiudi

21.05.2018  Novara

Introduzione alla norma Iso 45001:2018 e analisi del reddito d'esercizio e fiscale - due nuovi corsi al Foraz

Scadono il prossimo 15 giugno le iscrizioni al corso “Introduzione alla norma Iso 45001:2018” organizzato dal Foraz, il consorzio di formazione professionale che fa capo all’Associazione Industriali di Novara, il prossimo 2 luglio 2018 nella sede di C.so Cavallotti 23/A, a Novara. Finalizzato a presentare i contenuti della norma “Iso 45001” e le novità che introduce rispetto alla “Ohsas 18001”, il corso è destinato a tutte le organizzazioni, certificate e non, agli Auditor interni e al personale che debba allineare le proprie competenze alla nuova norma sulla salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro. Il corso, della durata di otto ore, si svolgerà nelle aule del Foraz con orario dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18, e sarà tenuto da Carlo Brero, di Bureau Veritas Italia Spa, con il seguente programma: Annex SL e struttura di alto livello; Il sistema di gestione della salute e sicurezza e i requisiti della norma ISO 45001.

È invece fissato al 5 giugno il termine per le iscrizioni un corso intitolato “Una prima analisi del reddito d’esercizio e del reddito fiscale: risultato di bilancio, imponibile Ires, imponibile Irap a confronto”, che propone un primo approccio alle modalità di determinazione del reddito d’impresa, alle logiche di raccordo tra il risultato civilistico e l’imponibile fiscale ed è anche finalizzato far apprendere le fasi necessarie al calcolo e alla liquidazione delle imposte sul reddito. Il corso, destinato a responsabili amministrativi e finanziari delle aziende e a tutti coloro che hanno interesse ad apprendere e approfondire le tematiche relative alle imposte sul reddito, Ires e Irap, avrà una durata di otto ore e si svolgerà nella sede del Foraz nelle giornate del 19 giugno e del 3 luglio 2018, con orario dalle 13.30 alle 17.30. Docenti saranno Diana Anna Passarani, dottore commercialista e revisore legale, PhD in Business e Management, Università di Torino, e Massimo Baiamonte, dottore commercialista e revisore legale, docente al Dipartimento di studi per l’Economia e l’Impresa all’Università del Piemonte Orientale. Il programma prevede i seguenti moduli: Dal Rai (Risultato ante imposte) al Rn (Reddito Imponibile); La contabilizzazione delle imposte nel bilancio d’esercizio; Le scadenze dei pagamenti delle imposte e la relativa contabilizzazione in bilancio; Le principali variazioni (in aumento ed in diminuzione) ai fini Ires: Plusvalenza, Compensi amministratori, Oneri finanziari / Rol, Mezzi di trasporto, Le imposte anche anticipate, Sopravvenienze passive, Ammortamenti (Iper e Super ammortamento), Spese di manutenzione, Spese di rappresentanza, Spese telefoniche, Spese viaggi, hotel e ristoranti, Svalutazione e perdite su crediti; Le principali variazioni (in aumento e in diminuzione) ai fini Irap.

A entrambi i corsi non verranno accettati più di 18 partecipanti. Iscrizioni o ulteriori informazioni sul sito “www.foraz.it” o telefonando alla segreteria del Foraz (0321-620145).

cs18014.pdf (139 KB)

chiudi

17.05.2018  Novara

"Di azienda in azienda": imprenditori dell'Ain in visita alla Mirato Spa

«Con questa visita, alla quale hanno partecipato quasi 40 persone, abbiamo raggiunto il massimo di presenze da quando abbiamo avviato l’iniziativa, nello scorso autunno. Si tratta di un risultato incoraggiante che ci sprona a proseguire in un progetto molto interessante, che consente anche di sviluppare e consolidare relazioni personali e ampliare il “networking” tra le imprese aderenti all’Ain».

Con queste parole il presidente del Comitato per la Piccola Industria dell’Associazione Industriali di Novara, Roberto Francoli, commenta l’esito della visita alla Mirato Spa di Landiona, terzo appuntamento per “Di azienda in azienda”, l’iniziativa ideata dalla Piccola Industria dell’Ain per contribuire alla conoscenza delle eccellenze manifatturiere del territorio da parte dei titolari e dei top manager delle aziende associate.

La visita alla Mirato, svoltasi ieri pomeriggio e che è stata introdotta da un saluto di Fabio Ravanelli, vicepresidente e amministratore delegato dell’azienda, oltre che presidente dell’Ain e di Confindustria Piemonte, ha consentito ai partecipanti, accompagnati dal direttore di stabilimento, Giovanni Tedesco, di conoscere uno stabilimento di grande rilevanza per l’economia novarese, che produce noti brand di prodotti cosmetici e per la cura della persona.

 “Di azienda in azienda” proseguirà per tutto il 2018 con cadenza periodica, indicativamente bimestrale o trimestrale.

cs18013.pdf (140 KB)

chiudi

16.05.2018  Novara

Alternanza scuola-lavoro: conclusa la fase d'aula del progetto promosso da Ain, Upo, Mirato e liceo scientifico "Carlo Alberto"

Si è conclusa nel pomeriggio di lunedì 14 maggio la fase d’aula di un progetto pilota di alternanza scuola-lavoro che è stato frequentato da 25 studenti delle classi quarte del Liceo scientifico del convitto nazionale “Carlo Alberto” di Novara. Il progetto, promosso dall’Associazione Industriali di Novara in collaborazione con l’Università del Piemonte orientale e la Mirato Spa, ha una durata complessiva di 85 ore ed è finalizzato a far conoscere le strategie di marketing e le tecniche di comunicazione che caratterizzano lo sviluppo e il lancio di un brand di largo consumo. «Nelle prossime settimane – spiega Andrea Notari, vicepresidente del Gruppo Giovani Imprenditori dell’Ain e dei Giovani Imprenditori di Confindustria Piemonte, che ha coordinato il progetto – i ragazzi, suddivisi in gruppi, dovranno elaborare un piano di comunicazione finalizzato all’ipotetico “rilancio” di un noto prodotto dell’azienda novarese: il migliore per creatività, qualità espositiva e realizzabilità sarà premiato nel prossimo mese di novembre durante l’edizione 2018 di “Wooooow! Io e il Mio Futuro…”, l’evento di orientamento per gli studenti delle scuole secondarie che organizziamo da anni in collaborazione con le scuole, le istituzioni locali e la Regione Piemonte».

Le lezioni erano iniziate nel febbraio scorso, dopo un incontro di presentazione degli enti partner durante il quale il dirigente del convitto “Carlo Alberto”, Nicola Fonzo, il responsabile del servizio Orientamento e Formazione dell’Ain, Gianni Canazza, il Marketing Manager di Mirato Spa, Piergiuseppe Fanello e il docente di economia aziendale dell’Upo, Davide Maggi, avevano sottolineato l’importanza formativa dei percorsi di alternanza tra scuola e lavoro. «I ragazzi – prosegue Notari – hanno poi assistito, direttamente in Università, alle prime cinque lezioni di Economia aziendale del prof. Maggi e dei suoi collaboratori, destinate agli studenti del primo anno di corso, per acquisire nozioni di base della materia, ed effettuato una visita alla Mirato, il 21 marzo, durante la quale sono state mostrate loro le fasi di lavorazione di un prodotto analogo a quello oggetto della prova finale. In aprile e maggio, infine, abbiamo tenuto, direttamente al Carlo Alberto, tre pomeriggi di lezione caratterizzati da un taglio molto operativo. Il primo incontro, coordinato dal dott. Fanello, è stato dedicato al marketing aziendale, alla sua importanza, alle strategie che lo caratterizzano e ai risultati che deve portare, attraverso il case study di un brand. Durante la seconda lezione ho spiegato ai ragazzi l’importanza delle rappresentazioni grafiche e l’utilizzo del programma “Google SketchUp”, mentre la terza, che ha visto come relatore Mario Bolzani, ingegnere e project leader di “Wooooow 2017”, è stata dedicata al public speaking e alle presentazioni tramite slides. Ora toccherà agli studenti, con il supporto dei loro docenti, sviluppare il progetto e la relativa strategia di comunicazione, realizzando anche disegni con proiezioni e viste 3d e una brochure informativa, da presentare alla giuria di “Woooow”».

«Vorrei sottolineare – conclude Notari – due aspetti che hanno caratterizzato questo percorso di alternanza: il primo è l’importanza della visita aziendale alla Mirato, che ha consentito ai ragazzi di “toccare con mano” la struttura e il funzionamento delle linee di produzione, facendo loro capire come anche una piccola modifica estetica alla confezione o al packaging di un prodotto possa avere un impatto economico molto significativo, di cui si deve tenere conto in fase di pianificazione progettuale. Un altro elemento di rilievo è l’avere suddiviso tutte le lezioni d’aula in due parti: una prima di spiegazione frontale, e una seconda di lavoro di gruppo, durante la quale si applicavano le competenze apprese con il supporto operativo del docente. Si tratta di una modalità di apprendimento adottata in molte facoltà universitarie, che sancisce il passaggio da una didattica trasmissiva a una didattica attiva, caratterizzata dall’apprendere facendo e dall’applicare subito quanto appreso, che riteniamo potrà servire agli studenti al termine del loro percorso nella scuola secondaria. Lo abbiamo definito un progetto “pilota” proprio perché ha voluto sperimentare un nuovo rapporto fra scuola e impresa che vede l’industria come modello di buone prassi anche dal punto di vista della metodologia didattica adottata. Vedremo a “Wooooow” i frutti di questo impegno comune, sicuramente importante e significativo, che speriamo di poter rinnovare e potenziare in futuro».

cs18012.pdf (144 KB)

chiudi

23.04.2018  Novara

"Oltre la Ohsas 18001: la nuova norma Iso 45001 per i sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro" - Incontro all'Ain venerdì 4 maggio 2018

“Oltre la Ohsas 18001: la nuova norma ISO 45001 per i sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro” è il titolo dell’incontro in programma venerdì 4 maggio 2018, alle 9.30, nella sede dell'Associazione Industriali di Novara, in C.so Cavallotti 25, a Novara. Organizzato dall’Ain in collaborazione con Bureau Veritas Italia Spa, l’incontro è destinato a imprenditori, manager, Rspp, responsabili operations, manutenzione e sistemi di gestione, responsabili di produzione e di stabilimento, auditor interni e consulenti delle aziende novaresi ed è finalizzato a illustrare i nuovi obiettivi della norma internazionale “Iso 45001” per la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro, pubblicata lo scorso 12 marzo, e le principali novità per le aziende coinvolte.

«La nuova Iso 45001 – spiega il responsabile delle aree Qualità, Innovazione e Normazione dell’Ain, Giovanni Rossitti – riguarda tutti i sistemi di gestione della sicurezza e della salute sul lavoro e fornisce un insieme di prescrizioni per organizzare efficacemente la sicurezza nelle organizzazioni, indipendentemente dal settore di appartenenza e dalle dimensioni, oltre che per migliorare continuamente le prestazioni in materia di prevenzione degli infortuni. Nasce per integrarsi con gli altri standard dei sistemi di gestione Iso, garantendo un alto livello di compatibilità in particolare con le nuove versioni di Iso 9001:2015, relativo alla gestione della qualità, e Iso 14001:2015, relativo alla gestione ambientale, e sostituirà lo standard Ohsas 18001, attuale riferimento internazionale. Le organizzazioni già certificate secondo Ohsas 18001 hanno tre anni di tempo per adeguarsi ai requisiti della nuova Iso 45001».

Il programma dei lavori prevede, dopo i saluti e gli interventi introduttivi, la relazione di Laura Crivelli, responsabile schema sicurezza, Lead Auditor Sicurezza & Qualità e Ism Technical Committee Coordinator di Bureau Veritas Italia Spa, che riguarderà i seguenti temi: il processo di revisione della Iso/Dis 45001; nuovi obiettivi dello standard internazionale; la «struttura di alto livello»; le principali novità nei requisiti; indicazioni per la transizione; i vantaggi della certificazione Iso 45001. Al termine è prevista una sessione di domande e risposte con i presenti.

cs18011.pdf (138 KB)

chiudi

20.04.2018  Novara

Energia: il Consorzio "San Giulio" approva il bilancio 2017 registrando una ulteriore crescita

Risultati ancora in crescita per il Consorzio “San Giulio”, la società per i servizi energetici dell'Associazione Industriali di Novara, prima a essere costituita  in Italia, nel giugno 1998, che conta oggi 120 aziende aderenti (+8,1% rispetto a un anno fa), oltre la metà delle quali appartenenti al settore metalmeccanico, con un consumo complessivo annuale di energia elettrica, su 325 punti di prelievo, di 300 GWh (+25% rispetto al 2017) e con 225 utenze di gas naturale che consumano quasi 50 milioni di metri cubi l’anno (+20% rispetto al 2017).

L’assemblea annuale dei soci, svoltasi nei giorni scorsi a Borgomanero, ha approvato il bilancio consuntivo relativo all’esercizio 2017 e fatto il punto sulle forniture energetiche dell'annualità terminata e di quella in corso oltre che sugli scenari futuri dei mercati dell’energia e del metano. «Il contratto di somministrazione di energia elettrica per l’anno 2018 – ha detto nella sua relazione il presidente del San Giulio, Federico Zaveri – è stato sottoscritto con Green Network gas e luce Spa il 2 ottobre 2017 per un quantitativo di energia di 290 GWh, oltre ad un importante volume “extra” a disposizione per eventuali nuove esigenze. Il nostro Consiglio di amministrazione ha deciso di optare, rispetto al passato, per un prezzo fisso a causa dell’andamento crescente dei prezzi. Come per l’anno 2017 sono state mantenute alcune condizioni accessorie, quali l’energia certificata “verde” (certificati CO-Fer), con rilascio per il tramite di Energy Saving del certificato “Zero Emission Electricity 2018”, e l’assenza di garanzie richieste alle aziende, mentre è continuo il monitoraggio per l'anno 2019 al fine di identificare il periodo migliore per procedere con la gara. E' invece in corso la gara, alla quale sono stati inviati una cinquantina di fornitori, per il contratto di fornitura di gas naturale per l’annualità luglio 2018–giugno 2019. Ritenendo sempre più importanti i servizi gratuiti “a valore aggiunto” che il Consorzio mette da anni a disposizione delle aziende aderenti, Zaveri ha sollecitato le aziende a utilizzarli al meglio. «Tra questi – ha spiegato – ricordiamo l’analisi della fatturazione, che nel solo 2017 ha consentito di recuperare oltre 200mila euro, l’elaborazione delle pre-fatture mensili di gas ed energia, la verifica dell’allineamento delle tele-letture per il controllo dei consumi reali e fatturati e lo “Sportello Energia” gratuito che viene fornito con cadenza mensile nelle sedi dell’Ain e di Confindustria Vercelli-Valsesia».

Nel corso del suo intervento in assemblea, Zaveri ha poi evidenziato l'importanza dei servizi di “energy management”, che consentono un controllo costante dei consumi dell’energia elettrica e del gas naturale attraverso dei “data-logger” forniti gratuitamente alle aziende, i cui dati di prelievo sono consultabili attraverso il sito web del San Giulio, di cui è procuratore e segretario Marco Mainini, esperto nella gestione dell'energia e responsabile delle aree Energia, e Utilities & Facilities dell'Ain. «Dal 2016 – ha aggiunto Zaveri –  è anche attivo un servizio di allarmistica relativo ai principali parametri delle forniture, che informa tempestivamente le aziende su eventuali anomalie rispetto ai parametri di consumo contrattualmente definiti e consente di evitare, o almeno limitare, le possibili penali».

«Recentemente – ha concluso –  abbiamo anche sottoscritto con Green Network Spa un innovativo accordo-quadro per il ritiro delle eccedenze di energia elettrica immessa in rete, che coinvolge tutte le aziende titolari di impianti di produzione (fotovoltaico, eolico, idroelettico, cogenerativo, ecc.). L’obiettivo è quello di fornire uno strumento lineare e flessibile a tutti gli utenti evitando sia costi tecnici (ad esempio il contributo Gse o conguagli per il servizio di bilanciamento) sia costi burocratici e amministrativi».

cs18010.pdf (144 KB)

chiudi

12.04.2018  Novara

Cordoglio dell'Ain per la scomparsa di Romeo Robiglio

«Siamo addolorati per la scomparsa di Romeo Robiglio ed esprimiamo le nostre  più sincere condoglianze ai suoi famigliari, ricordando con gratitudine la competenza, la generosità e lo spirito di servizio che hanno sempre contraddistinto il suo impegno nella vita associativa». Lo dichiarano il presidente e il direttore dell’Associazione Industriali di Novara, Fabio Ravanelli e Aureliano Curini, dopo avere appreso della scomparsa dell’ex amministratore delegato della Società Impianti Termoelettrici Industriali (Siti) Spa di Marano Ticino, che era stato vicepresidente dell’Ain, con delega ai rapporti esterni, dal dicembre 2000 al maggio 2004.

«Vogliamo esprimere – aggiungono Ravanelli e Curini – la nostra particolare vicinanza a Carlo Robiglio, presidente della Piccola Industria di Confindustria e da molti anni esponente di rilievo della nostra Associazione, ricordando il periodo, tra l’inizio del 2001 e la fine del 2003, durante il quale, come presidente del Gruppo Giovani Imprenditori, siedeva nel Consiglio direttivo dell’Ain insieme al padre, dal quale ha ereditato quella dedizione e quell’orgoglio di appartenenza che caratterizzano ancora oggi, ai massimi livelli, il suo impegno per il mondo industriale».

Nato a Montechiaro d’Acqui (Al) il 20 gennaio 1931, Romeo Robiglio, dopo una lunga carriera di dirigenza e direzione al Credito Italiano, a Novara e a Milano, ha guidato il Gruppo Siti dal 1977 al 2003. Nel corso degli anni ha ricoperto numerosi altri incarichi, tra cui quelli di amministratore e membro del Comitato esecutivo della Fondazione Cariplo (1998-2001) e di Intesa Asset Management (2000-2003) e quello di consigliere di amministrazione di Fiera Milano Spa (dal 2003). È stato anche consigliere di amministrazione di Esatri Spa, Nolostand  Spa, Sirefid Spa e OldEquiter Spa.

cs18009.pdf (135 KB)

chiudi

06.04.2018  Novara

Previsioni congiunturali II trimestre 2018 - Ancora ottimismo nell'industria novarese

C’è ancora ottimismo nell’industria novarese. Secondo le previsioni congiunturali elaborate dall’Associazione Industriali di Novara per il secondo trimestre del 2018 (riportate integralmente sul sito “www.ain.novara.it”), il saldo tra la percentuale degli imprenditori che si dichiarano ottimisti e quella di coloro che sono pessimisti sull’incremento della produzione tra aprile e giugno sale a 26,9 punti rispetto ai 18,1 del trimestre precedente, vicino ai massimi decennali e superiore alla media piemontese (18,9 punti). Registra il migliore risultato dell’ultimo decennio il dato sulle attese di ordini totali, che passa da 15,7 a 26,1 punti (17,8 il dato regionale), mentre il saldo ottimisti/pessimisti sulle previsioni di esportazioni (a 5 punti in Piemonte) cala da 13,5 a 8,4 punti. «Nonostante la flessione delle attese di export – commenta il presidente dell’Ain, Fabio Ravanelli – la ripresa nel Novarese è ancora sostenuta, anche grazie a un nuovo segnale di forza che giunge dalle aspettative di incremento dei consumi interni. La crescente fiducia delle famiglie e l’aumento del loro potere di acquisto possono diventare fattori determinanti per un rafforzamento della tendenza in atto, anche se nel panorama del commercio internazionale non mancano elementi di preoccupazione. I prossimi mesi saranno quindi decisivi per delineare il quadro prospettico di medio termine».

Riprende slancio anche la crescita degli investimenti “significativi”, programmati per questo trimestre dal 42,7% delle aziende (rispetto al precedente 37,1% e al 29,9% della media piemontese) e che raggiunge i livelli massimi dell’ultimo decennio. La stessa percentuale di imprese (42,7%, in lieve calo dal 45,7% di inizio anno, a fronte del 45,4% regionale) intende fare investimenti “marginali”.

Anche il saldo ottimisti/pessimisti sulle aspettative di nuove assunzioni raggiunge il top degli ultimi 10 anni, a 20,2 punti (rispetto ai precedenti 16 e ai 13,8 della media regionale), mentre salgono dall’1% al 3,5% le aziende che dichiarano l’intenzione di ricorrere alla Cassa integrazione guadagni (sono il 7% in Piemonte). «Anche il mercato del lavoro – osserva il direttore dell’Ain, Aureliano Curini – sta dando interessanti segnali di ripresa. L’auspicio è che questa tendenza assuma caratteristiche strutturali e non si limiti alle variazioni congiunturali, per quanto positive, delle intenzioni di alcune imprese». Rimane ancora sui minimi decennali, infine, l’indicatore relativo all’andamento dei ritardi negli incassi rispetto ai tempi di pagamento pattuiti, che vengono registrati soltanto dal 22,6% delle imprese, a fronte del 22,8% dello scorso trimestre e del 29,3% della media regionale.

A livello settoriale le aspettative rimangono positive soprattutto nel metalmeccanico, dove il saldo ottimisti/pessimisti sull’incremento della produzione sale da 12,5 a 32,4 punti rispetto alla precedente rilevazione, quello sugli ordini totali aumenta da 9,1 a 35,1 punti e crescono, da 20 a 24,3 punti, anche le attese di export. Positivo ma in calo (da 30,8 a 11,1 punti) l’indicatore sulla produzione nel chimico, con attese di ordini totali a 16,7 punti rispetto ai 30,8 di inizio anno, mentre continua a frenare l’alimentare, dove aspettative di produzione e di ordini scendono da 12,5 punti a zero. Ripresa di investimenti, produzione e ordini, invece, nel tessile-abbigliamento, i cui dati dovranno però essere confermati dalle prossime rilevazioni.

cs18008.pdf (152 KB)

chiudi

05.04.2018  Novara

"10 anni del D.Lgs 81/08: salute e sicurezza tra conquiste e nuove sfide" - Convegno il 9 aprile 2018 all'auditorium Bpn

“10 anni del D.Lgs 81/08: salute e sicurezza tra conquiste e nuove sfide” è il titolo del convegno in programma lunedì prossimo, 9 aprile 2018, alle 14, all’Auditorium Bpn di Via Negroni 11, a Novara. L’incontro, organizzato dall’Associazione Industriali di Novara e dall’Ordine degli Ingegneri della provincia di Novara, è finalizzato a discutere del D.Lgs. 81/2008 e dei cambiamenti che ha introdotto in tema di salute e sicurezza sul lavoro.

“Con la pubblicazione, dieci anni fa, del D.Lgs. 81/2008 – spiegano gli organizzatori – il legislatore ha riformato, riunito e armonizzato le disposizioni in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro succedutesi nell'arco di quasi sessant'anni, al fine di adeguare il corpus normativo all'evolversi della tecnica e del sistema di organizzazione del lavoro. Queste modifiche hanno necessariamente rivisto processi fondamentali come la valutazione del rischio, la sorveglianza sanitaria, la ripartizione di compiti e l’individuazione di centri di responsabilità come il preposto e il dirigente”.

Il programma dei lavori prevede, dopo il saluto delle autorità e del presidente dell’Ordine degli Ingegneri, gli interventi del procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Novara, Marilinda Mineccia, del comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Novara, Calogero Turturici, del direttore del servizio Spresal (Prevenzione e sicurezza degli ambienti di lavoro) dell’Asl di Novara, Ivana Cucco, della Rspp della Radici Chimica Spa, Antonella Castelli, del medico del lavoro ed ex direttore della struttura complessa di Medicina all’ospedale di Novara, Carlo Mantovani, del capo dell’Ispettorato territoriale del lavoro di Novara-Verbania, Angelo Serina, e del presidente e del vicepresidente del Senfors (Sistema Edile Novarese Formazione e Sicurezza), rispettivamente Marco Cometti e Luca Bartolini.

L’incontro si concluderà con una sessione di domande e risposte con il pubblico.

cs18007.pdf (138 KB)

chiudi

03.04.2018  Novara

Privacy: il 13 aprile incontro all'Ain sul regolamento Ue 679/16

Venerdì 13 aprile 2018, alle 9.30, nella sede Ain di Corso Cavallotti 25, a Novara, è in programma l’incontro intitolato “La nuova disciplina del Regolamento UE 679/16 in materia di privacy: cosa cambia e come adeguarsi alle nuove regole”. L’incontro è volto ad approfondire le novità e i principali adempimenti tecnici per le imprese del Regolamento europeo 679/16, noto come Gdpr (General Data Protection Regulation) e relativo alla protezione delle persone fisiche (con riguardo al trattamento e alla libera circolazione dei dati personali), che sarà operativo dal 25 maggio 2018.

Il programma dei lavori prevede una relazione iniziale dell’avv. Laura Marengo, dirigente dell’Ufficio legale dell’Unione Industriale di Torino, intitolata “Principali innovazioni introdotte dal Gdpr e adempimenti da attuare per dare corretta applicazione alla normativa”, alla quale seguirà l’intervento dell’avv. Savino Figurati, responsabile dell’Ufficio legale dell’Unione Industriale di Torino, intitolato “La tutela dei dati personali: risvolti giuslavoristici”. L’incontro si concluderà con una sessione di domande e risposte con i partecipanti.

cs201806.pdf (135 KB)

chiudi

08.03.2018  Novara

Sviluppo sostenibile: concorso di idee per giovani "under 30"

Sono aperte fino al prossimo 20 aprile le candidature per partecipare all’edizione 2018 del concorso di idee intitolato “Youth in Action for Sustainable Development Goals”, dedicato a giovani “under 30” e che mette in palio oltre 20 stage retribuiti per i vincitori. Il concorso, alla sua seconda edizione, è promosso da Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Eni Enrico Mattei e Fondazione Giangiacomo Feltrinelli sulla piattaforma digitale “ideaTRE60” e ha l’obiettivo di premiare le migliori idee in grado di favorire il raggiungimento, in Italia, degli “Obiettivi di sviluppo sostenibile” delle Nazioni unite.

I partecipanti potranno godere di un percorso formativo in modalità e-learning a loro dedicato per approfondire le tematiche riguardanti gli Obiettivi di sviluppo sostenibile adottati dai 193 Paesi membri dell’Onu, che delineano le azioni da intraprendere a favore dello sviluppo “sostenibile”, in grado cioè di coniugare la crescita economica con la tutela dell’ambiente e il rispetto dei principi di equità sociale, per i prossimi 15 anni. I finalisti del concorso potranno partecipare a una giornata di formazione che permetterà loro di migliorare la proposta progettuale e di confrontarsi con esperti del mondo della sostenibilità.

Il concorso è rivolto a giovani under 30, iscritti a un corso universitario o post-universitario (master, dottorato, ecc.) o già in possesso di titolo di laurea o post-laurea (triennale, specialistica, master, dottorato, ecc.). A ciascuno dei proponenti le idee progettuali vincitrici sarà messo a disposizione uno stage retribuito in una delle aziende partner o in uno degli enti promotori: Accenture, Assicurazioni Generali, A2A, Cassa di Assistenza Area Salus, Cgm Gruppo Cooperativo, Fondazione Allianz Umanamente, Fondazione Bracco, Fondazione Sodalitas, Iberdrola, Italia non profit, Jobiri, Leonardo, Microsoft, Nestlè Waters, Reale Foundation, Snam, Techsoup, Ubi Banca, UniCredit, Unipol, Wwf, Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Eni Enrico Mattei e Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.

Per offrire a chi aderisce l’opportunità di acquisire nuove competenze nell’ambito dello sviluppo sostenibile il concorso prevede un percorso formativo su vari livelli. A tutti gli iscritti sarà consentita la partecipazione a sette moduli formativi in modalità e-learning (sui temi “Getting to Know the Sustainable Development Goals”, “Business & the SDGs”, “Agenda 2030, la nuova frontiera per lo sviluppo sostenibile”, “Come raggiungere gli obiettivi 2030”, “Tracciamento e misurazione degli obiettivi”, “Come costruire un Elevator Pitch efficace”, “Come costruire un Business Plan efficace”) e sarà data la possibilità di prendere parte ad altri 17 moduli, dedicati ciascuno a uno dei Sustainable Development Goals dell’Onu, per consentire la focalizzazione e l’invio dell’idea progettuale. Ai finalisti verrà offerto un ulteriore workshop formativo di una giornata, finalizzato all’acquisizione di skills utili a un ulteriore perfezionamento del proprio progetto.

Per partecipare si deve seguire la seguente procedura:

  • accedere al sito http://youthinactionforsdgs.ideatre60.it/
  • effettuare la registrazione
  • accedere al form di partecipazione cliccando sulla barra “Partecipa al Concorso”
  • iniziare la compilazione del form di partecipazione, inserendo il titolo della propria idea progettuale
  • completare il corso di e-learning (propedeutico e obbligatorio)
  • concludere la compilazione di tutti i campi obbligatori
  • inviare la propria idea progettuale.

Fino al 20 aprile 2018 è possibile la candidatura delle idee progettuali; dal 30 aprile al 16 maggio è in programma la selezione delle idee progettuali finaliste; il 4 giugno si svolgerà il workshop formativo riservato alle idee progettuali finaliste e il 5 giugno 2018 verrà effettuata la selezione finale e la proclamazione delle idee progettuali vincitrici.

cs18005.pdf (72 KB)

chiudi

13.02.2018  Novara

"Industria 4.0 e iperammortamento 2018-2019: le esperienze acquisite e le nuove opportunità per le imprese" - Incontro all'Ain il 22 febbraio 2018

Nuovo appuntamento informativo dell’Associazione Industriali di Novara sul “piano nazionale Industria 4.0”, volto a favorire l’innovazione, la digitalizzazione e la competitività delle imprese. L’incontro, dal titolo “Industria 4.0 e iperammortamento 2018-2019: le esperienze acquisite e le nuove opportunità per le imprese”, è in programma giovedì 22 febbraio 2018, alle 9,30, nella sede Ain di Corso Cavallotti 25, a Novara; organizzato dall’Ain in collaborazione con il Digital Innovation Hub Piemonte, Kpmg, Federazione Anima e Icim Spa, avrà un taglio operativo e si concentrerà sull’analisi delle caratteristiche del cosiddetto “iperammortamento”, consistente nella maggiorazione ai fini fiscali del 150% del costo di acquisizione di un bene materiale strumentale nuovo. La proroga dei termini di scadenza della misura contenuta nella Legge di Bilancio 2018, fortemente sollecitata da Confindustria, permette alle imprese di usufruire di un arco temporale più ampio per avviare o completare nuovi investimenti nell’ambito del Piano.

Dopo il saluto e l’introduzione ai lavori da parte di Francesco Capittini, Schaeffler Tecnology Center Director e delegato dell’Ain al Comitato tecnico scientifico del Digital Innovation Hub Piemonte, gli aspetti fiscali delle misure del super-ammortamento e dell’iperammortamento come prorogate dalla Legge di Bilancio 2018 saranno illustrati da Fabio Avenale, partner di Kpmg studio associato. Seguirà l’intervento di Alessandro Maggioni, direttore dell’area tecnica della Federazione Anima, e Paolo Gianoglio, responsabile delle relazioni industriali di Icim Spa, intitolato “Gli aspetti tecnici per l’applicazione della misura dell’iperammortamento: le esperienze acquisite dopo il primo anno di introduzione e le novità della misura prorogata”, al termine del quale il direttore del Digital Innovation Hub Piemonte, Franco Deregibus, illustrerà il consuntivo di un anno di attività e descriverà i nuovi servizi gratuiti per le imprese associate.

L’incontro si concluderà con una sessione di domande e risposte con i partecipanti.

cs18004.pdf (142 KB)

chiudi

07.02.2018  Novara

Il 16 febbraio le Assise di Confindustria. Ravanelli, "un vero e proprio progetto di politica economica"

«Il prossimo 16 febbraio, a Verona, avremo l’opportunità di costruire insieme agli altri imprenditori un vero e proprio progetto di politica economica da trasmettere ai rappresentanti eletti nei singoli territori e al prossimo Governo”. Lo dichiara il presidente dell’Associazione Industriali di Novara, Fabio Ravanelli, presentando le Assise Generali di Confindustria che si svolgeranno nella città scaligera. “Le Assise - prosegue Ravanelli - saranno anche l’occasione per presentare il nostro Sistema all’opinione pubblica e mettere al centro dell’attenzione degli italiani un’agenda economica che pone come prioritaria la questione industriale; perché un’industria competitiva è in grado di contrastare disuguaglianza e povertà, ridurre i divari e garantire una crescita inclusiva e dinamica».

La giornata del 16 febbraio conclude un percorso di consultazioni che negli ultimi due mesi si è articolato in 14 tappe territoriali e quattro incontri tematici di approfondimento, consentendo di declinare gli argomenti dei sei tavoli che saranno oggetto dei lavori della mattinata: “Italia più semplice ed efficiente: più mercato, meno Stato”; “Prepararsi al futuro: scuola, formazione, inclusione giovani”; “Un paese sostenibile: investimenti, assicurazione sul futuro”; “L’impresa che cambia”; “Un fisco a supporto di investimenti e crescita”; “Europa miglior luogo per fare impresa. Prospettiva mondo”.

«All’interno di ogni ambito – aggiunge Ravanelli – declineremo le nostre proposte: alcune genereranno risorse, pubbliche, private e di provenienza comunitaria, che serviranno per finanziare investimenti in infrastrutture, capitale umano e ricerca, per premiare le imprese che creano lavoro, si innovano e vanno nel mondo, oltre che per rendere più semplice ed efficiente la mano pubblica. La sessione plenaria del pomeriggio costituirà il momento di sintesi e di presentazione».

«L’Italia – conclude Ravanelli – è a un bivio. Se ai tempi delle Assise del 2011 l’obiettivo era superare la grande recessione, in queste Assise del 2018 abbiamo davanti due opzioni: tornare rapidamente indietro, senza che però si riesca ad attivare una rete di protezione sul Paese e in particolare sui titoli del nostro debito pubblico, o andare avanti e aspirare a diventare primo paese industriale d’Europa. Tornare indietro è un rischio concreto. Andare avanti una sfida affascinante, che non possiamo assolutamente permetterci di perdere».

cs18003.pdf (138 KB)

Pagina
di 116

Uso dei cookies su www.ain.novara.it

Cosa sono i cookies?

I cookies sono stringhe di testo di piccole dimensioni conservate nel tuo computer quando si visitano determinate pagine su internet.

Per navigare il sito www.ain.novara.it, è necessario che i cookies siano abilitati. Se non vuoi accettare i cookies, potrai comunque navigare sul sito e usarlo per finalità di ricerca. Nella maggior parte dei browser, i cookies sono abilitati, in calce troverai le informazioni necessarie per modificare le impostazioni dei cookies sul tuo browser.

I cookies non sono dannosi per il tuo device. Nei cookies che generiamo, non conserviamo informazioni identificative personali quali ad esempio dettagli sulle carte di credito, ma usiamo informazioni criptate raccolte dagli stessi per migliorare la vostra permanenza sul sito. Per esempio, sono utili per identificare e risolvere errori, oppure per determinare prodotti correlati rilevanti da mostrare al visitatore durante la navigazione.

Ulteriori informazioni sui cookies le trovi sui siti : www.allaboutcookies.org e www.youronlinechoices.eu.

I cookies possono svolgere diverse funzioni, come ad esempio permettervi di navigare fra le varie pagine in modo efficiente, ricordando le vostre preferenze, e in generale possono migliorare la permanenza dell’utente.

Associazione Industriali di Novara si riserva il diritto di utilizzare i cookies, con il consenso dell’utente ove la legge o i regolamenti applicabili così stabiliscano, per facilitare la navigazione su questo sito e personalizzare le informazioni che appariranno. Associazione Industriali di Novara si riserva inoltre il diritto di usare sistemi simili per raccogliere informazioni sugli utenti del sito, quali ad esempio indirizzo IP, tipo di browser internet e sistema operativo utilizzato e/o pagine web visitate da un utente, per finalità statistiche o di sicurezza. Associazione Industriali di Novara potrà raccogliere queste informazioni per tracciare l’utilizzo del sito e migliorarne determinati aspetti.

Di seguito vene riportata una breve illustrazione di come Associazione Industriali di Novara utilizza i cookies e strumenti simili.

Cookies di navigazione

Questi cookies sono fondamentali per permettervi di muovervi all’interno del sito e per usare le sue funzionalità, quali ad esempio accedere alle aree riservate del sito internet. Senza questi cookies non possono essere forniti i servizi richiesti.

I cookies strettamente necessari sono utilizzati per memorizzare un identificatore univoco al fine di gestire e identificare l’utente in quanto unico rispetto agli altri utenti che in quel momento stanno visitando il sito, in modo da fornire all’utente un servizio coerente e preciso.

Alcuni esempi comprendono:

* Il ricordo di precedenti azioni (per esempio testo inserito) durante la navigazione a ritroso verso una pagina nella medesima sessione;

* Gestione e passaggio di token di sicurezza a differenti servizi all’interno di un sito internet per identificare lo status del visitatore (per esempio, registrato o non registrato);

* Mantenimento dei token per l’implementazione di aree riservate del sito internet;

* Instradamento dei clienti verso specifiche versioni/applicazioni di un servizio, come potrebbe rendersi necessario durante una migrazione tecnica.

Performance cookies

Questi cookies posso essere di Associazione Industriali di Novara o di partner, di sessione o persistenti, e il loro utilizzo è limitato alla performance e al miglioramento del sito internet. Questi cookies raccolgono informazioni su come un visitatore usa il sito, quali ad esempio le pagine visitate. Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l’utente. Tutte le informazioni raccolte da questi cookies sono aggregate in forma anonima e sono utilizzate solo per migliorare la funzionalità del sito.

Alcuni esempi comprendono:

* Web Analytics, i dati raccolti sono limitati solamente all’utilizzo del sito internet da parte dell’operatore, per gestire la performance e la struttura del sito. Questi cookies possono essere cookies di parte terza, ma le informazioni saranno usate esclusivamente da chi si occupa della pubblicazione del sito internet visitato;

* Gestione degli errori, solitamente questa funzione supporterà il miglioramento dei servizi o la gestione dei reclami e sarà generalmente strettamente legata all’analitica web;

* Testare differenti strutture delle pagine del sito, usando solitamente test A/B o multivariabili, per assicurare che nelle sessioni correnti e successive venga conservato un aspetto coerente per l’utente del sito.

Cookies funzionali

Questi cookies possono essere di Associazione Industriali di Novara o di partner, avere durata di sessione o persistenti. Questi cookies solitamente sono conseguenti ad un’azione dell’utente, ma possono essere implementati anche nella fornitura di un servizio non esplicitamente richiesto ma offerto all’utente. Possono essere utilizzati anche per evitare che si offra di nuovo a quel dato utente un servizio in precedenza offerto e rifiutato. Inoltre, questi cookies permettono ai sito di ricordare le scelte dell’utente (quali ad esempio nome utente, lingua, paese di origine, etc...). Le informazioni raccolte da questi cookies sono anonime e non possono tracciare il comportamento dell’utente su altri siti.

Alcuni esempi comprendono:

* ricordare le impostazioni che un utente ha applicato a un sito internet quali ad esempio layout, dimensione del font, preferenze, colore etc;

* ricordare una scelta di modo che non venga pi ù richiesta la compilazione di un questionario.

* rilevare se un servizio è già stato offerto, quale ad esempio offerta di un tutorial per visite successive del sito internet;

* Fornire informazioni in modo da permettere il funzionamento di un servizio opzionale quale ad esempio l’offerta di una sessione in live chat.

* Adempimento di una richiesta dell’utente quale ad esempio presentazione di un commento.

Cookie di terze parti per marketing/retargeting

Questi cookie sono utilizzati da partner di Associazione Industriali di Novara, al fine di presentarti dei banner pubblicitari di Associazione Industriali di Novara quando ti trovi in altri siti, mostrandoti gli ultimi prodotti che hai guardato su www.ain.novara.it . Mentre navighi su www.ain.novara.it , questi cookie sono utilizzati anche per mostrarti prodotti che potrebbero interessarti o simili a quelli che hai guardato in precedenza, basandosi sulla tua cronologia di navigazione. L'uso di questi cookie non implica il trattamento di dati personali, ma può permettere la connessione al tuo computer o ad altri dispositivi e rintracciare i dati salvati: questi cookie si connettono al browser installato sul tuo computer o su altri dispositivi utilizzati durante la navigazione sul nostro sito.

Come posso disabilitare i cookies?

La maggior parte dei browser accettano i cookies automaticamente, ma potete anche scegliere di non accettarli. Si consiglia di non disabilitare questa funzione, dal momento che ciò potrebbe impedire di muoversi liberamente da una pagina all’altra e di fruire di tutte le peculiarità del sito.

Se non desiderate che il vostro computer riceva e memorizzi cookies, potete modificare le impostazioni di sicurezza del vostro browser (Internet Explorer, Google Chrome, Safari etc.). In ogni caso, si noti che determinate parti del nostro Sito possono essere utilizzate nella loro pienezza solo se il vostro browser accetta i cookies; in caso contrario, non sarete in grado di aggiungere prodotti al vostro carrello ed acquistarli (per esempio). Di conseguenza, la vostra scelta di rimuovere e non accettare cookies potrà influenzare negativamente la vostra permanenza sul nostro Sito.

Se desiderate modificare le impostazioni dei vostri cookies, entrando nelle impostazioni dei vari browser, di seguito si riportano brevi istruzioni su come effettuare questa operazione nei quattro browser più diffusi:

Microsoft Internet Explorer

Cliccare l’icona 'Strumenti' nell’angolo in alto a destra e selezionare 'Opzioni internet'. Nella finestra pop up selezionare 'Privacy'. Qui potrete regolare le impostazioni dei vostri cookies.

Google Chrome

Cliccare la chiave inglese nell’angolo in alto a destra e selezionare 'Impostazioni'. A questo punto selezionare 'Mostra impostazioni avanzate’ (“Under the hood'”) e cambiare le impostazioni della 'Privacy'.

Mozilla Firefox

Dal menu a tendina nell’angolo in alto a sinistra selezionare 'Opzioni'. Nella finestra di pop up selezionare 'Privacy'. Qui potrete regolare le impostazioni dei vostri cookies.

Safari

Dal menu di impostazione a tendina nell’angolo in alto a destra selezionare 'Preferenze'. Selezionare 'Sicurezza' e qui potrete regolare le impostazioni dei vostri cookies.

Per saperne di più riguardo ai cookie e come gestire o disabilitare quelli di terze parti o di marketing/retargeting, visita www.youronlinechoices.com.

Per disabilitare i cookie analitici e per impedire a Google Analytics di raccogliere dati sulla tua navigazione, puoi scaricare il Componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout.